Praga in macchina

Arrivare a Praga in auto

Ci sono diverse buone ragioni per andare fino a Praga in auto, tuttavia ve ne voglio elencare solo una specifica per la Repubblica Ceca: potete tornare in Italia con casse delle migliori birre del mondo. Romanticismi a parte, si tratta di un viaggio certamente impegnativo – da Milano o Bologna la distanza è di oltre 900 km, – però pienamente fattibile.

Percorsi possibili

In linea di massima ci sono tre strade possibili da seguire, dipende dove volete attraversare le Alpi, ed eventualmente dove fermarvi.

  • 1. Ticino: è un’opzione da prendere in considerazione solo se partite da Torino o Milano e volete fermarvi in Svizzera o a Monaco di Baviera.
  • 2. Brennero: in generale è la via più veloce, sia da Milano che da Bologna. Potete scegliere se fare tappa a Innsbruck, Salisburgo o Monaco, i km sono sostanzialmente uguali.
  • 3. Tarvisio: lo preferisco perché in genere meno trafficato del Brennero. Una volta in Austria potete raggiungere Salisburgo oppure andare verso Vienna o Bratislava e poi entrare in Repubblica Ceca dalla Moravia o dalla Boemia meridionale.

Come consiglio generale per una sosta, Innsbruck si può vedere anche in una mattinata e Salisburgo in una giornata, fra le due meglio la seconda, anche perché più vicina a Praga, circa 370 km, da Innsbruck ci sono circa 100 km in più di distanza.

Per Monaco e Vienna il discorso sarebbe certamente più lungo: entrambe si trovano ad una giusta distanza per considerarle come tappa intermedia – Monaco dista da Praga circa 370 km, Vienna invece 300 km – ed entrambe meritano più tempo di un giorno.

Nella Repubblica Ceca: luoghi dove fermarsi

Una volta in Repubblica Ceca ci sono diverse città interessanti lungo la strada per Praga, il vantaggio dell’auto è di potersi fermare a proprio piacimento. Mi limito ad elencare le due città principali, buone per una sosta o anche come base di partenza per esplorare la Boemia:

  • Plzeň: culla della birra Urquell e della Skoda, Plzeň offre un centro storico caratterizzato dall’altissima torre della cattedrale di San Bartolomeo e dalla vasta piazza circostante, un gioiello dell’arte gotica centro-europea. Situata lungo l’autostrada D5, a circa 100 km da Praga, siete di strada se provenite da Monaco.
  • České Budějovice: altra città famosa per la sua birra, la Budweiser Budvar – da non confondere con l’omonimo americano – e per il suo centro storico, molto ben tenuto. Non perdetevi la piazza centrale Ottokar II. Se rimanete per la notte provate questo stupendo B&B situato sulla piazza centrale: la vista è semplicemente splendida, e la colazione assurdamente abbondante. České è una sosta intelligente se provenite dalla direttrice Salisburgo – Linz e volete vedere la Boemia meridionaale: da Praga dista 150 km.

Pedaggi e tariffe autostradali

In Svizzera non si paga un pedaggio autostradale, bensì la Vignette, sostanzialmente una tassa forfettaria, valida fino al gennaio successivo – se la comprate nel mese di dicembre la validità è estesa a 14 mesi – al costo di 38,50 €. Si tratta di un bollino autoadesivo da apporre sul parabrezza in una determinata posizione.

Si trova nelle stazioni di rifornimento poco prima di entrare in Svizzera, o in alternativa in alcune sedi del TCI. Per attraversare tunnel o ponti può essere richiesto il pagamento di un pedaggio. Informazioni più approfondite sulla vignette sono disponibili sul sito delle dogane svizzere.

Anche in Austria l’autostrada è pagata con un bollino forfettario: si chiama vignette come in Svizzera, ma se ne può comprare uno con una validità di 10 gg al costo di 8,90 €.

Potete comprare la vignette nelle ultime stazioni di servizio prima del confine. Maggiori dettagli si trovano sul sito dell’ente del turismo austriaco. In aggiunta alla vignette ci sono dei pedaggi da pagare, 9 € per il tratto di autostrada dal Brennero fino a Innsbruck.

In Germania le autostrade attualmente sono gratuite. Per finire anche in Repubblica Ceca esiste un bollino forfettario: quello da 10 gg costa 310 CZK (circa 12 €). Come negli altri casi il bollino può essere acquistato subito dopo il confine, conviene però cambiare prima i propri soldi in valuta locale, il pagamento direttamente in euro può costare molto di più.

Per quanto riguarda le tariffe il tragitto più conveniente è dal Tarvisio, a meno che non abbiate già una vignette svizzera valida per l’anno in corso.

Rifornimenti

Per quanto riguarda benzina e diesel in genere conviene fare rifornimento fuori Italia, per la Svizzera però c’è da mettere in conto anche il cambio. L’ordine dei costi è il seguente, dal più alto al più basso: Italia > Svizzera > Germania > Austria > Repubblica Ceca. Il diesel in Repubblica Ceca si chiama nafta.

Per il GPL, da tenere in conto che in Austria ci sono pochissimi distributori, mentre in Germania, dove è più frequente, è necessario acquistare un adattatore ACME, per evitare inutili ricerche di un distributore con l’adattatore adatto.

Per le auto a metano invece nessun problema, potete cercare le stazioni con un’app specifica oppure controllare le stazioni esistenti in questo sito.

Sul funzionamento delle stazioni a metano è bene tenere in conto che alcuni modelli italiani – specie quelli con l’impianto installato in un secondo momento – possono aver bisogno di un adattatore: rimando a questa FAQ per maggiori informazioni.

Regole della strada

In generale le norme di guida valide in Italia valgono in tutto il resto dell’Unione Europea, con alcune differenze locali.

Svizzera, Germania e Austria

Il limite di velocità in autostrada in Austria è di 130 km/h, 120 km/h per la Svizzera, in Germania esiste solo una raccomandazione di limite, di 130 km/h, sulla maggior parte delle autostrade, anche se in alcuni tratti esistono dei limiti. Austria e Svizzera sono costellate di autovelox: in Austria tutte le volte che vedete un cartello con scritto Radar Kontrolle adeguatevi al limite di velocità, ne vedrete parecchi.

In Svizzera c’è un dettaglio importante: gli elvetici per farsi pagare dagli stranieri di passaggio trasformano le multe in un reato penale, quindi richiedono una rogatoria internazionale per far perseguire il reato in Italia.

Il limite alcolemico è di 0,5 g/l per chi ha la patente da più di 2 anni in Germania, Austria e Svizzera. In Germania le cinture sono obbligatorie anche dietro, e in tutti i paesi, se viaggiate in inverno dovete avere delle catene da neve o le gomme invernali.

Guidare in Repubblica Ceca

  • Il limite di velocità in Repubblica Ceca è di 130 km/h sulle autostrade, 90 km/h sulle interurbane e 50 km/h all’interno delle città.
  • In Repubblica Ceca il limite alcolico alla guida è zero: non si può bere nulla prima di mettersi alla guida. Nel malaugurato caso veniate fermati ad un controllo e risultate positivi, potete scegliere se pagare subito una multa da 10.000 CZK oppure andare alla stazione di polizia. Meglio pagare subito. Fate attenzione: basta aver bevuto un po’ la sera prima per risultare positivi.
  • In Repubblica Ceca è obbligatorio portare in auto un kit di pronto soccorso – in ceco Autolékárnička – con una coperta termica: questo in vendita online è omologato, oppure potete trovarlo nelle stazioni di servizio al confine, più o meno allo stesso prezzo.
  • È obbligatorio avere le luci accese su tutte le strade, anche di giorno, inoltre esiste l’obbligo di avere in auto dei bulbi di riserva, ma raramente lo controllano.
  • Le gomme invernali sono obbligatorie dal 1 novembre fino al 31 marzo.
  • Nelle città, come a Praga, autobus e tram hanno sempre la precedenza.

Parcheggiare a Praga

parcheggiare a Praga
Una delle prime cose da sapere una volta arrivati è come funzionano i parcheggi a Praga. I colori delle strisce a terra infatti possono generare confusione:

  • strisce blu: parcheggi riservati ai residenti. Le forze dell’ordine bloccano le ruote con le ganasce per essere sicuri che gli stranieri paghino, quindi non ci provate.
  • strisce arancioni: parcheggi brevi, da 15 minuti fino a un massimo di 2 ore.
  • strisce verdi: parcheggi lunghi, da 30 minuti fino a 6 ore.

Ci sono sempre dei cartelli che spiegano orari massimi di copertura: Po-Pa (Pondělí – Pátek) significa da lunedì a venerdì, Po-So vuol dire da lunedì a sabato (Pondělí – Sobota). Infine ci sono anche i P&R, ossia Park & Ride: sono dei grandi parcheggi, in genere situati in periferia vicino alle fermate della metro, dove si può lasciare l’auto per tutto il giorno a costi contenuti. Su questo sito potete cercare il P&R più adatto alle vostre esigenze.

Noleggiare un’auto

Le compagnie di noleggio a Praga sono concentrate all’aeroporto, tuttavia nel centro di Praga, alla Stazione Centrale si possono trovare altri noleggiatori. Le regole sono quelle generali per tutta l’Unione Europea, in genere è richiesto avere la patente da 2 anni o 21 anni, ma ogni compagnia adotta una politica diversa.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.