Cosa vedere a Praga in 4 giorni: itinerario

Praga in 4 giorni: itinerario con le cose da vedere

Scrivi un commento per primo / di Francesca Mereu / aggiornato: 20 Maggio 2019

346 Condivisioni

Avete a disposizione quattro giorni pieni per visitare la bellissima Praga?

Non sono pochi; potrete fare e vedere tantissime cose, e addirittura esplorare i dintorni della città!

Se non avete voglia di creare un vostro programma di viaggio personalizzato potete seguire passo passo l’itinerario che vi proponiamo.

In alternativa, potete leggerlo ugualmente per trarne qualche spunto di ispirazione.

Cominciamo!

Giorno 1: Castello, Torre di Petrin, Mala Strana, Isola di Kampa e Ponte Carlo

1. Castello di Praga

Castello di Praga
Sullo sfondo il Castello di Praga

Per iniziare bene ed essere a metà dell’opera (!), la prima tappa a cui abbiamo pensato è naturalmente quella al Castello di Praga.

Questo magnifico castello fortificato risalente al IX secolo è uno dei luoghi simbolo della città, e per visitarlo considerate di impiegare almeno tre ore; sarebbe un peccato andare di fretta in un luogo così bello.

D’altronde, è un castello grandissimo e i suoi itinerari possono comprendere numerosi edifici: per citarne alcuni, la Cattedrale di San Vito, il Vicolo d’Oro, l’Antico Palazzo reale, la Basilica e il Convento di San Giorgio.

Molti viaggiatori, a dire la verità, trascorrono al castello quasi un’intera giornata (spereranno forse di incontrare il Presidente della Repubblica Ceca, di cui il castello è la residenza ufficiale fin dal 1819?).

Per riuscire a visitare anche le altre attrazioni previste in questo itinerario, cercate un giusto compromesso in termini di tempo dedicato al Pražský hrad (questo è il nome del castello in lingua ceca), anche se vi siete innamorati di lui!

Risparmia con la Praga Card

Considerate che l’ingresso al Castello è incluso nella Praga Card.

Suggerimenti per il pranzo

Dopo aver ammirato il castello, vorrete certamente riposarvi e mangiare qualcosa.

Qualche indirizzo utile per voi:

  • Pivo & Basilico Caffe Restaurant (Zámecká 203/2, 118 00 Malá Strana) è un ristorante accogliente, informale e adatto anche ai genitori con bambini. Si trova in un palazzo storico del 1888 e ha un’atmosfera tranquilla e rilassante. Cosa potrete gustare? Piatti della cucina boema e specialità della cucina italiana, perché lo chef arriva direttamente dalla Toscana. Vi troverete a dover scegliere, per esempio, tra il gulasch e gli spaghetti allo scoglio!
  • Al Castello Restaurant (Gogolova 228 8, 118 00 Praha 1-Hradčany). Buon cibo, buon prezzo, varietà – piatti della cucina italiana, hamburger, tanti dessert – servizio rapido e gentile.
  • Restaurant U Mlynare (Nerudova 213/18, 118 00 Malá Strana). Per gustare antiche specialità bohemien o della cucina internazionale, vino e birra artigianale. I prezzi sono ragionevoli.
  • Restaurace U Labutí (Hradčanské nám. 61/11, 118 00 Praha-Hradčany ) Cibo buono (il gulasch, in particolare, è da non perdere), ben presentato, e potreste avere la sorpresa di comunicare in italiano.
  • Per dovere di cronaca segnaliamo che dentro le mura del castello trovate il Bistro U Kanovniku (Unnamed Road, Hradčany, 118 00 Praha 1). Potrebbe attrarvi per la posizione invidiabile, ma tenete conto che i prezzi sono leggermente sopra la media e i sapori accettabili ma non memorabili.

2. Petrin Park e Torre di Petrin

Il parco e la Torre di Petrin
Il parco e la Torre di Petrin

Dopo la visita al castello, potete dirigervi verso il tranquillo parco sulla collina di Petrin, una delle più vaste aree verdi della città, che accoglie le Torre panoramica di Petrin, in assoluto la migliore location per osservare Praga dall’alto.

Il mezzo più comodo e suggestivo per arrivare sulla collina è sicuramente la sua funicolare. Oppure, potete fare una bella camminata a piedi, affrontando la pendenza!

Il parco è magnifico, con panorami incantevoli e ideale anche per organizzare picnic e per far giocare i bambini (a proposito, qui trovate tante informazioni per trascorrere una bellissima vacanza con loro).

La torre è inconfondibile, dato che somiglia moltissimo alla Torre Eiffel di Parigi: infatti, ne è la copia in scala 1:5.

La torre parigina è dotata di ascensori per arrivare su, ma quella di Petrin no (ne esiste soltanto uno per persone anziane e invalidi), quindi bisogna affrontare 13 rampe di scale a piedi, ma ne vale la pena.

Quando il cielo è terso, dalla terrazza panoramica della torre è possibile scorgere quasi tutta la Boemia! Qui trovate altre informazioni sulla torre.

L’ingresso alla Torre Panoramica e al Labirinto degli Specchi (divertente attrazione del parco) è incluso nella Praga Card.

3. Malá Strana

Mala Strana: il muro di John Lennon
Mala Strana: il muro di John Lennon

Il quartiere di Malá Strana – “Città Piccola”- si trova in una zona collinare ed è una sorta di città nella città.

Ricostruito dopo un terribile incendio del 1541, si può dire che da allora non sia affatto cambiato.

Malá Strana oggi è una zona nota per i suoi bar, la presenza di artisti e un’atmosfera bohemien.

Vi segnaliamo i principali punti di interesse del quartiere.

  • L’elegante Via Nerudova, la più antica della città, oggi sede di ambasciate e nelle cui vecchie case si possono ancora oggi ammirare gli stemmi araldici delle famiglie del passato (gatti, violini, ancore… ), e diverse statue barocche.
  • Il palazzo barocco Wallenstein, edificato tra il 1624 e il 1630, con un bel giardino all’italiana.
  • La Chiesa di San Nicola, la chiesa barocca più famosa della città (e al cui interno si trova un organo a canne che in passato ha utilizzato anche Mozart).
  • Il palazzo storico dei Liechtenstein, proprio di fronte alla chiesa di San Nicola.
  • La piccola Chiesa di San Tommaso, in stile gotico.

4. Kampa

Isola di Kampa, Praga
Isola di Kampa, Praga

Arriverà poi il momento di visitare la Venezia di Praga: l’isola di Kampa, sulla riva ovest del fiume Moldava.

Fa sempre parte del quartiere Malá Strana, dal quale è separata tramite un canale (artificiale) conosciuto come il “canale del Diavolo”.

Che nome! Pare se lo sia meritato perché una donna posseduta dal demonio viveva nella Piazza dei Maltesi, nelle vicinanze.

A Kampa potrete visitare un piccolo – ma magnifico – parco pubblico verde, vedere le sculture di David Černý, un controverso artista ceco, e immergervi in un’atmosfera molto romantica.

Qualche curiosità: Kampa in versione notturna si vede nel film Mission Impossible del 1996, inoltre qui si trova la strada più corta della città, che misura appena 27 metri.

5. Ponte Carlo

Ponte Carlo, Praga
Ponte Carlo, Praga

Il miglior modo per concludere il primo giorno di vacanza è raggiungere il monumento più famoso di tutta la Repubblica Ceca: lo storico Ponte Carlo (nessuna parentela con il creatore di questo sito!), sul fiume Moldava.

Ci arriverete con facilità dato che il ponte attraversa la punta settentrionale dell’isola di Kampa.

Costruito a partire dal 1357, il solido ponte in pietra, lungo 515 metri e largo 20, collega la Città Vecchia al Quartiere di Malá Strana. La vista dal ponte? Magnifica, come avrete immaginato.

Sui lati del ponte, dal XVIII secolo sono state collocate statue di santi in stile barocco. Sono 30 in tutto (c’è anche San Francesco d’Assisi), e quelle che possiamo vedere oggi sono le copie delle originali.

Il ponte è sempre affollato e animato da musicisti di strada, pittori e venditori, ma tutto questo movimento non intacca la sua atmosfera di grande romanticismo.

Giorno 2: Staré Město, Quartiere Ebraico, crociera sulla Moldava

Il secondo giorno è dedicato alla scoperta del quartiere di Staré Město (che significa Città Vecchia), che si trova sulla destra della Moldava ed è ricco di punti di interesse storico.

Ve li descriviamo, e per approfondimenti vi consigliamo questa lettura.

1. Piazza della Città Vecchia e l’orologio astronomico

Piazza della Città Vecchia, Praga
Piazza della Città Vecchia, Praga

La Piazza della Città Vecchia richiama moltissimi turisti, ma non bisogna stupirsi: è un “pezzo grosso” della città, dato che su di lei si affacciano edifici di rilievo come la Chiesa di San Nicola (da non confondere con la chiesa di Malá Strana con lo stesso nome), il Palazzo Kinský, il Municipio della Città Vecchia con l’orologio astronomico, la Chiesa di Santa Maria di Týn.

Nella piazza, inoltre, ci sono svariate case romane e gotiche decorate, e al centro il monumento dedicato al teologo boemo Jan Hus.

L’Orologio astronomico, così famoso da aver prestato il suo nome anche alla piazza (che infatti è conosciuta anche come Piazza dell’Orologio), è stato progettato nel Quattrocento ed è uno dei monumenti più famosi di Praga.

Funziona ancora oggi (a dispetto di qualche orologio dei nostri tempi dalla vita breve!) in modo preciso e puntuale.

Quest’opera d’arte medioevale ha un meccanismo composto da tre elementi principali:

  • Il quadrante astronomico che rappresenta, oltre all’ora, la posizione del sole e della luna in cielo
  • Il meccanismo che aziona, ogni ora, le figure dei 12 apostoli (fate in modo di essere davanti all’orologio nel momento giusto, per assistere allo spettacolo)
  • Il quadrante inferiore, che rappresenta i mesi dell’anno ed è un vero e proprio calendario

Qui trovate altre informazioni sulla piazza, e qui, storie e leggende sull’orologio!

2. Municipio della Città Vecchia

Il municipio, realizzato nel XIV secolo si erge orgoglioso sulla piazza: comprende vari edifici gotici e rinascimentali, tra i quali spiccano una torre gotica alta settanta metri e il famoso orologio astronomico.

All’interno del municipio, una cappella del 1381: bisogna sollevare lo sguardo per ammirare il soffitto decorato!

3. Chiesa di San Nicola e Santa Maria di Tyn

La Chiesa di San Nicola, costruita nel Settecento, è in stile barocco: bianca all’esterno, presenta ricchi affreschi all’interno.
Si tratta di una delle più antiche chiese della Città Vecchia di Praga: pensate che se ne parla nei documenti storici fin dal 1273.

La Chiesa di Santa Maria di Tyn, con caratteristiche gotiche e barocche, è un imponente santuario che si erge sulla Piazza della Città Vecchia.

I lavori per la sua realizzazione sono stati piuttosto lunghi: la chiesa fu iniziata nel 1365, in stile gotico, e ultimata nel 1511.

Per ammirare l’esterno della la chiesa il segreto è… guardarla da una notevole distanza. Questo perché è circondata da diverse case, e qualcuna è proprio a ridosso delle sue mura.

Gli interni invece sono in stile barocco.

4. Torre delle Polveri

Torre delle Polveri, Praga
Torre delle Polveri, Praga

Nella zona nord-orientale della città vecchia si trova la Torre delle Polveri in stile tardo gotico, nota anche come Porta delle polveri.

Era una delle tredici porte che circondavano il centro della città e il nome, come avrete già capito, deriva dal suo uso passato come deposito per la polvere da sparo.

Sotto questo monumentale accesso alla Città Vecchia passava il corteo dell’incoronazione dei re boemi (possiamo soltanto immaginare la solennità di questa “sfilata”).

Sulla torre si può salire per ammirare un bel panorama di Praga.

Risparmia con la Praga Card

L’ingresso alla torre è incluso nella Praga Card.

Suggerimenti per il pranzo

Ecco un elenco di ristoranti che potete trovare a Staré Město.

  • Ristorante Anna (Dlouhá 707/22, 110 00 Staré Město), per mangiare pasta e pizza in velocità, senza spendere troppo.
  • Delije Restaurace (Štupartská 646/7, 110 00 Staré Město), per familiarizzare con la cucina ceca. Cercate lo stinco di maiale cotto nella birra? Qui lo troverete. I prezzi però non sono modici.
  • Ristorance – Pizzeria Giovanni (Kožná 481/11, 110 00 Staré Město), per gustare una buona pizza “quasi” italiana!
  • The Dubliner Irish Pub (Týn 639/1, 110 00 Staré Město). Un pub irlandese a tutti gli effetti! Televisori qua e là sintonizzati sui canali sportivi, spesso musica dal vivo, hamburger, stuzzichini e birra.

5. Museo del comunismo

Un piccolo ma interessante museo, che racconta la storia del comunismo in Cecoslovacchia, con un particolare focus sulla città di Praga. In particolare, offre una descrizione del regime comunista dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Reperti d’epoca, pannelli illustrativi, filmati, ricostruzioni, rendono la visita molto interessante (durerà poco più di un’ora).

Qui trovate maggiori informazioni sul museo e le indicazioni per raggiungerlo.

6. Quartiere ebraico

Quartiere Ebraico, Praga
Lapidi nel vecchio cimitero ebraico, Praga

Praga è un centro ebraico di grande rilievo nell’Europa Centrale, e il suo quartiere ebraico, chiamato Josefov, è tra i più antichi della città.

Il suo nome deriva dall’imperatore Giuseppe II, che mise fine alle discriminazioni verso gli ebrei nel 1781.

Il luogo più emblematico del quartiere è rappresentato dal vecchio cimitero ebraico, risalente alla prima metà del XV secolo.

Essendo l’unico luogo (di dimensioni ridotte) in cui gli ebrei di Praga potevano seppellire i loro cari, per necessità di ricavare spazi per le sepolture questo cimitero è stato rialzato diverse volte, fino alla sua chiusura nel 1787.

Le vecchie lapidi commemorative non sono mai state sotterrate, ma sempre portate in superficie, ragion per cui il cimitero si presenta con un incredibile “affollamento” di lapidi (sono circa 12.000).

In questa pagina trovate altre informazioni su questo suggestivo cimitero.

Notevoli anche le sinagoghe del quartiere, centri religiosi e fulcro della vita pubblica della comunità: la Sinagoga Vecchia-Nuova, quella spagnola, la Pinkas, la Maisel e la Klausen.

Il Museo ebraico, fondato nel 1906, è il più grande del suo genere a livello europeo e conta 40.000 oggetti e 100.000 libri.

Risparmia con la Praga Card

Considerate che l’ingresso al Museo Ebraico è incluso nella Praga Card.

Avrete sicuramente pensato che, visitando questo quartiere, un velo di tristezza potrà avvolgervi. È vero, ma sarà un’esperienza ricca dal punto di vista storico e culturale, quindi vi consigliamo senz’altro di viverla.

7. Crociera sulla Moldava

Per chiudere in bellezza la giornata vi consigliamo una crociera sul fiume, meglio se completa di cena e musica dal vivo, per rendere l’atmosfera indimenticabile.

Questa crociera dura tre ore; parte dal molo 5, Dvořákovo Nábřeží, al quale arriverete in meno di dieci minuti da Staré Město.

Cosa aspettarsi da questa esperienza? Monumenti storici illuminati, un’atmosfera magica e una gustosa cena a buffet (caldo e freddo) a base di piatti cechi e internazionali.

Non è l’unica crociera che potrete fare: Praga propone ne propone tante tipologie.

Risparmia con la Praga Card

La crociera sulla Moldava è inclusa nella Praga Card.

Giorno 3: Nové Město, Casa danzante, Vysehrad

Il terzo giorno vi attende una visita al quartiere di Nové Město (che significa Città Nuova), il cui fulcro è Piazza San Venceslao. Questa zona commerciale con hotel, caffè, catene di negozi, banche, mantiene comunque un sapore antico.

1. Piazza San Venceslao

Piazza Venceslao, Praga
Piazza Venceslao e sullo sfondo il Museo Nazionale, Piazza Venceslao, Praga

La famosa Piazza San Venceslao (Santo patrono della Repubblica Ceca) è una delle maggiori piazze di Praga, e da lei non dovrete aspettarvi la classica forma circolare!

Si tratta infatti di un grande viale, con negozi, hotel e ristoranti lungo entrambi i lati.

Per la sua forma, i praghesi l’hanno soprannominata Piccoli Champs-Élysées.

La piazza è anche il fulcro della vita notturna praghese – complice la densa presenza di locali, e la metro che qui ha due fermate – e la sede delle più importanti manifestazioni pubbliche.

Indovinate dove passò il primo tram di Praga, nel 1884? In Piazza San Venceslao.

Da non perdere, la statua di San Venceslao a cavallo, che non è solo soletto. A fargli compagnia, le statue di altri quattro santi patroni della Repubblica Ceca: Ludmilla, Procopio, Adalberto e Agnese.

Da vedere, anche il Grand Hotel Europa in stile liberty, il Šupichovy domy del XX secolo caratterizzato da un mix di modernismo geometrico con elementi di cubismo e il palazzo Melantrich costruito tra il 1911 e il 1912, in stile tardo secessionista e con la facciata decorata Vratislav Maye.

Andate a dare un’occhiata anche alla vicinissima Galleria Lucerna, che collega le vie Vodickova e Štepánská e ospita negozi, locali, un cinema, un anche sala per concerti – La Grande Sala Lucerna.

E a proposito di negozi, dove fare shopping in zona?

Intorno a Piazza San Venceslao e, soprattutto, nella strada pedonale Na Prikope!

Questa strada parte dalla fine di piazza Venceslao fino ad arrivare alla torre delle polveri. Piena di negozi, fast food e centri commerciali (ma ci sono anche panchine per riposare un po’, dato che camminare sui sanpietrini può essere stancante).

Anche Narodni Trida è una famosa via dello shopping; un’arteria commerciale che partendo dalla Moldava collega il teatro nazionale con piazza San Venceslao. Ricca di negozi, è incorniciata da bellissimi palazzi.

Una piccola digressione: se siete patiti di centri commerciali, a Praga non dovete perdere assolutamente il Palladium (nám. Republiky 1, 110 00 Petrská čtvrť); se invece avete intenzione andare a caccia di souvenir tipici, scoprite qui quali sono quelli quelli da mettere in valigia!

2. Museo Nazionale

Il Museo Nazionale “Národní Muzeum”, inaugurato nel 1890, è il centro espositivo più importante della città e, sì, è un classico museo nazionale!

Il suo edificio principale, in stile neorinascimantale, domina Piazza San Venceslao ed è stato realizzato dall’architetto Josef Schulz tra il 1885 e il 1891.

Oltre alle esposizioni temporanee il museo comprende collezioni permanenti sulla preistoria della Boemia, della Moravia e della Slovacchia, esposizioni di mineralogia, paleontologia, antropologia, di decorazioni e di medaglie dei paesi europei.

Risparmia con la Praga Card

L’ingresso a 9 siti che fanno capo al museo è incluso nella Praga Card.

3. Casa Danzante

Casa danzante, Praga
Casa danzante, Praga

Come sono affascinanti, a volte, le stranezze architettoniche!

La Casa Danzante è proprio così; realizzata in stile decostruttivista tra il 1992 e il 1996, è la sede degli Uffici Nazionali Olandesi e ricorda lontanamente una coppia di ballerini. Non dobbiamo quindi meravigliarsi se inizialmente era soprannominata “Fred e Ginger”, in riferimento ai famosi danzatori.

Chi l’ha progettata? Il gatto e la volpe! Scherziamo; il progettista era l’architetto croato Vlado Milunić, in collaborazione con il suo collega canadese Frank Gehry.

Vorreste avere qualche informazione in più su questo particolarissimo edificio? Vi consigliamo questa lettura.

Suggerimenti per il pranzo

Qualche indirizzo utile:

  • Ristorante Botel Matylda (Masarykovo nabřeží, Nové Město, 110 00 Praha): si trova su un battello e serve piatti di cucina italiana.
  • Restaurace U Matějíčků (Náplavní 2011/5, 120 00 Nové Město). Serve piatti della cucina ceca semplici ma di qualità, e il personale è accogliente.
  • San Carlo Dittrichova (Dittrichova 1942/20, 120 00 Nové Město). In questo ristorante potete gustare pizza e gulasch!
  • Blackdog Cantina (Gorazdova 357/1, 120 00 Praha 2-Nové Město), un pub dove gustare buoni panini e buona pizza. Prezzi moderati.
  • Kogo Slovanský Dům (Na Příkopě 859/22, 110 00 Nové Město) offre un vasto menù con ottimi piatti di pesce. Prezzi medio-elevati.

4. Vysehrad

Vista dal parco di Vysehrad, Praga
Vista dal parco di Vysehrad, Praga

La collina di Vysehrad si trova a sud del centro di Praga e il suo nome significa “la roccia sul fiume”.

In questo luogo tranquillo e denso di storia sorge una fortezza chiamata “Il secondo castello di Praga”, costruita intorno al decimo secolo d.c.

La fortezza (il cui ingresso è incluso nella Praga Card) comprende diverse porte: quella di Tabor, utilizzata dalla maggior parte dei visitatori, la Porta delle Sommità – della quale rimangono soltanto dei resti – e l’elegante Porta Leopoldina. Quasi tutta la cinta delle mura si può percorrere a piedi, e grazie alla posizione felice sopra il fiume, la vista é impareggiabile.

Fuori dalle mura della fortezza, sulla collina, sorge un cimitero monumentale ricchissimo di sculture funerarie di pregio, dove sono sepolti importanti personaggi cechi come il pittore Mucha (a Praga c’è anche un museo a lui dedicato).

In un luogo come questo non poteva mancare un luogo di culto religioso; si può infatti ammirare la chiesa dedicata ai santi Pietro e Paolo, nata con un look romanico nel 1080 ma ricostruita verso il 1885 con un aspetto gotico e poi neogotico.

Nella collina di Vysehrad ci sono anche altre attrazioni: a sud della chiesa, i Giardini adornati con quattro statue e, ancora la rotonda di San Martino e le casermatte.

Per maggiori informazioni sulla fortezza di Vysehrad e sugli altri punti di interesse sulla collina, prima di andare leggete qui.

5. Tour della Birra

Praga, si sa, è una città che consuma e produce tanta birra. Per i cechi, che hanno creato la famosa Pilsner Lager, la birra simboleggia l’amore per la vita.

Per gustare le migliori birre nei migliori locali di Praga, proprio come gli abitanti del luogo, vi consigliamo questo tour guidato che comprende tanti assaggi e divertimento!

6. Cena medievale

Per concludere la giornata all’insegna della cultura ceca del passato, che ne direste di una ricca cena medioevale con “contorno” di musica, spadaccini, giocolieri e danzatrici del ventre?

La proposta comprende cinque portate (ci sono sei diversi menù: a base di maiale, pollame, pesce, oppure vegetariano, vegano, senza glutine) e bevande illimitate. Sarà una serata bella e saziante.

Giorno 4: escursione fuori Praga

Praga a questo punto vi avrà già rapito il cuore, e sarete pronti a farvi conquistare anche da un’escursione giornaliera fuori città.

Vi proponiamo quattro alternative, tutte molto valide:

Cesky Krumlov

Cesky krumlov
La bellissima cittadina di Cesky Krumlov

Questa cittadina della Boemia del sud vanta la presenza di un centro storico incantevole, e non a caso è stata riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Il borgo è bellissimo, con le sue stradine, le facciate delle case a colori, le piccole botteghe.

Il castello di Cesky Krumlov, invece, non è certo piccolo come le viuzze del borgo: si tratta infatti del secondo castello più grande della Repubblica Ceca!

Vu consigliamo questo tour in autobus della durata di 10 ore – disponibile con guida in italiano – che include l’ingresso al castello e il pranzo (anche con opzioni vegetariane).

Un altro tour, con analoga durata, pranzo incluso e a sua volta disponibile con commento dal vivo in italiano, include la visita a Ceský Krumlov con ingresso al castello, più una sosta a Ceské Budejovice, la città più grande della Boemia meridionale.

Informazioni utili:

  • Distanza da Praga: circa 170 chilometri.
  • Prezzo dell’escursione: i tour suggeriti hanno un prezzo compreso tra gli 80 e i 90 euro a persona.

Kutná Hora e l’ossario

Chiesa di Santa Barbara a Kutna Hora
Chiesa di Santa Barbara a Kutna Hora

Kutná Hora è una città della Boemia centrale ed è anche un altro gioiello riconosciuto!

Il suo centro storico, la cattedrale di Santa Barbara in stile tardo gotico e la chiesa di Nostra Signora di Sedlec sono infatti parte del Patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’UNESCO.

L’ossario di Sedlec (una frazione di Kutná Hora) è una piccola cappella cristiana che si trova nel cimitero della chiesa di tutti i Santi e contiene circa 40.000 scheletri umani scomposti e collocati in modo da creare decorazioni che ornano gli interni della cappella. L’effetto è macabro e impressionante!

Vi suggeriamo dei tour guidati in autobus (disponibili anche in italiano) che comprendono la visita alla cattedrale di Santa Barbara a Kutná Hora, al centro storico della cittadina e all’ossario.
Questo tour comprende anche i trasferimenti dall’hotel all’andata e al ritorno, questo invece include solo il prelievo all’andata.

Informazioni utili:

  • Distanza da Praga: circa 70 chilometri.
  • Prezzo delle escursioni: i tour sopra indicati hanno un prezzo intorno ai 45/50 euro a persona.

Terezin

La triste scritta "Arbeit Macht Frei" presente in tutti i campi di concentramento
La triste scritta “Arbeit Macht Frei” presente in tutti i campi di concentramento

Il piccolo paese di Terezin si trova nella Boemia centrale, e la sua fortezza militare del Diciottesimo secolo è tristemente nota per essere stata trasformata, nel 1938, prima in una prigione, e poi in un campo di concentramento, il più grande della Repubblica Ceca.

Circa 144.000 ebrei vi furono imprigionati, e a causa delle terribili condizioni del luogo 33.000 di loro morirono.

Visitare un sito come questo, che comprende un Museo del Ghetto, la Caserma Magdeburg, il Forno Crematorio e la Fortezza Minore, è importante per mantenere viva la memoria sulle pagine più buie della storia, che non dovrebbero essere mai più scritte.

In questa pagina trovate importanti approfondimenti storici e informazioni utili per una visita a Terezin.

Possiamo suggerirvi questo tour della durata di cinque ore, oppure questo che può essere privato o per piccoli gruppi.

Informazioni utili:

  • Distanza da Praga: circa 60 chilometri.
  • Prezzo delle escursioni: i tour sopra indicati hanno un prezzo tra i 50 e gli 80 euro a persona.

Karlovy Vary

Karlovy Vary

Nella regione di Karlovy Vary, nella Boemia occidentale, si trova l’omonima città, famosa città termale.

Le sue sorgenti – una della quali spruzza l’acqua termale a un’altezza di 12 metri – erano utilizzate per trattare personaggi come Pietro il Grande e Goethe!

Oltre alle terme, altre attrazioni sono l’edificio Colonnato del Mulino e il Parco del Colonnato.

Questo tour guidato è interessante (e disponibile anche in italiano): dura 9,5 ore e comprende la visita alla città con i suoi colonnati storici e moderni, assaggi di acqua naturale di ben 12 sorgenti, assaggi di wafer locali e del tradizionale liquore Becherovka che si ottiene miscelando erbe e spezie.

Informazioni utili:

  • Distanza da Praga: circa 120 chilometri.
  • Prezzo dell’escursione: circa 70 euro a persona.

Non sapete quale scegliere tra queste quattro escursioni? Allora forse dovreste programmare una vacanza più lunga per riuscire a farle tutte!

  

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti, media: 3,50 su 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.